Risparmiare energia, rispettare l'ambiente

Ridurre ed ottimizzare i consumi di energia degli edifici con l’impiego di isolanti tipo PEF e FEF

Oltre il 30% di tutte le emissioni di “gas serra” nel mondo provengono dagli edifici, percentuale maggiore di quanto viene prodotto dall'inquinamento stradale e industriale. In particolare in Europa la costruzione, l'utilizzo e la demolizione di edifici e dei relativi componenti comporta un consumo energetico di circa il 40% del totale, con una cospicua parte di questa energia che vene utilizzata per il riscaldamento e il raffrescamento ambientale.


La maggior parte degli edifici hanno un grande potenziale di risparmio energetico. Soprattutto la loro attrezzatura tecnica può - considerato energicamente - sia una vulnerabilità. La soluzione è offerta da materiali isolanti sintetici.

In funzione di questi aspetti è facilmente rilevabile che l'ottimizzazione energetica degli edifici offre un grande potenziale di risparmio anche in termini di costi. In questa realtà l'isolamento tecnico svolge un ruolo fondamentale e conveniente, utilizzandolo sia nelle nuove costruzioni che negli edifici esistenti, adeguandoli ai previsti standard energetici odierni.

Un bilancio energetico positivo

I materiali isolanti FEF e PEF sono tra i pochi prodotti industriali che consentono di risparmiare energia, ciò che è necessario per produrli, installarli e trasportarli è completamente recuperato dal loro utilizzo specifico.

La loro bassa conducibilità termica unitamente ad una struttura a cellularità chiusa, permette di ottenere sensibili risparmi energetici.

Lunga durata, grandi risparmi

Più gli isolanti tecnici durano, più aumenta il risparmio energetico e di CO2.  In questo modo l'isolamento delle tubazioni si ammortizza già dopo alcuni mesi. La durata dei prodotti FEF e PEF è molto elevata, grazie alla loro robustezza. Chi progetta a lungo termine e agisce in maniera sostenibile troverà in PEF e FEF i migliori alleati.

Energia nella tecnica di climatizzazione e condizionamento

A causa delle minori differenze di temperature, nella tecnica della climatizzazione e del condizionamento i risparmi sono ovviamente più ridotti rispetto al settore del riscaldamento. L'isolamento tecnico combatte prevalentemente la formazione dell'acqua di condensa, ma ha anche un'influenza positiva sul bilancio di CO2 dell'edificio.

Ulteriori informazion

La chiave per l'efficienza energetica

@ Zucchero / pixelio.de

L'isolamento termico delle tubazioni e dei componenti impiantistici ottimizza in modo stabile sia il bilancio energetico che le emissioni di CO2.
 
La disponibilità di spessori isolanti diversificati permette, se opportunamente impiegati, risparmi energetici di circa il 25% in relazione all’applicazione sugli impianti di riscaldamento ed acqua calda.

Le applicazioni di climatizzazione e condizionamento prevedono funzionamenti con differenze delle temperature inferiori e generano di conseguenza risparmi minori, che comunque hanno la loro positiva influenza sul bilancio energetico degli edifici.